Quattro chiacchiere con Sayumi Oyama


L'immagine può contenere: 1 persona

Dopo il suo recente viaggio in Italia, abbiamo chiesto a Sayumi Oyama, brand ambassador Nikka Whisky, le sue impressioni sulla percezione del whisky giapponese in Italia. 
E non potevamo esimerci dal chiederle qualche consiglio in vista dei regali di Natale.

Da che cosa nasce la tua passione per il whisky giapponese?

Il whisky giapponese è sempre al mio fianco da molto tempo Il primo whisky della mia vita è stato un vecchio whisky giapponese di cui mio padre mi offrì un bicchiere. Quando ero studentessa, Nikka from the Barrel era il mio bicchiere quotidiano. Ho sempre avuto un interesse e un’inclinazione naturale verso il whisky!


Durante il tuo recente viaggio in Italia, siamo certi che tu abbia notato un grande interesse per i whisky giapponesi.

Ho notato un enorme interesse e una grande aspettativa nei confronti del whisky giapponese. Il trend del whisky giapponese è già presente da tempo e continua a svilupparsi ogni anno di più. Mi sembra che i consumatori italiani ora siano molto aperti tanto rispetto a diverse tipologie di whisky provenienti da nuovi paesi (Giappone, Taiwan, India) quanto all’affermazione delle bottiglie No Age. Anche la scena dei bar in Italia è estremamente dinamica. Ho visto molte persone godersi un aperitivo con un cocktail a base di Nikka whisky.

Parlando di Italia, qual è stata la tua impressione circa l’utilizzo del whisky giapponese in mixology?

Ho visitato diversi locali di tendenza a Roma, Milano e Vicenza e ho incontrato alcuni grandi barman che amano i nostri prodotti. Loro sanno perfettamente come far emergere il carattere di ciascun whisky Nikka nei loro cocktail. Alcuni di loro conoscono molto bene la storia del whisky giapponese e sanno trasferire questa essenza nei loro cocktail, questo aspetto mi ha davvero colpita! Nella gamma Nikka, si possono trovare dei whisky particolarmente adatti all'utilizzo in mixology come il Nikka From the Barrell, il Coffee Malt, il Coffee Grain e il Pure Malt. E direi che questi prodotti hanno saputo trovare il loro posto sulla scena italiana.

Qual’è il tuo whisky preferito all’interno della gamma Nikka? Perché?

Io amo tutti i whisky Nikka e il mio preferito cambia in ogni momento a seconda della situazione e di come ho voglia di bere. Proporre una grande varietà di gusti e sentori è uno dei vantaggi di Nikka. Ogni giorno scegliere il bicchiere quotidiano da questa gamma è un momento di grande piacere!

Qual’è il whisky Nikka perfetto come regalo di Natale?

Come ho detto, si può sempre trovare il proprio whisky perfetto nella nostra gamma proprio perché è così vasta, Per chi ama i sentori torbati e sapidi, puntate su Yoichi Single Malt, Per chi ama i gusti più leggeri e dolci simili al Rhum, scegliete Coffee Grain. Se non conoscete perfettamente i gusti di qualcuno a cui volete fare un regalo, prendete una piccola bottiglia di Nikka Form the Barrell. Questa piacevole bottiglia quadrata fa sorridere chiunque! Il whisky ha sentori complessi e intensi di frutta candita, spezie, caramello, noci, miele, tabacco e tè nero…Con questo whisky non sbaglierete!

Altri articoli