Glenfiddich incontra il sigaro a Palermo

In occasione dell'apertura del locale palermitano 13 bootleg domenica 11 dicembre proporremo a Palermo, per un pubblico selezionato, un approfondimento dedicato all'abbinamento tra sigari e grandi distillati.
Protagonisti saranno sei single malt scozzesi filmati Glenfiddich abbinati con un sigaro Romeo y Julieta nel formato Wide Churchill. Abbiamo abbinato i single malt alle diverse fasi della fumata  considerando i differenti aromi che emergono in ciascun momento. Idealmente il sigaro si presenta diviso in tre parti: la prima caratterizzata da un fumo più freddo e più leggero; la seconda, il cuore della fumata, dove gli aromi si presentano più vasti e complessi; e infine il "terzo terzo" dove il fumo si riscalda ed emergono note più intense e speziate. Fatta questa debita premessa vi raccontiamo come abbiamo immaginato il nostro viaggio attraverso la fumata in compagnia di Glenfiddich, un viaggio che coinvolgerà anche due experimental series della distilleria scozzese ad oggi non ancora in vendita in Italia. Dopo un whisky di benvenuto (Glenfiddich 12 y.o ) si parte con Glenfiddich 15 y.o che accompagnerà la parte iniziale della fumata, quella caratterizzata da una maggiore morbidezza e leggerezza. Seguirà l'India Pale Ale di Glenfiddich che rilascerà le sue note luppolate dovute all'invecchiamento in botti da birra. Il Glenfiddich 18 y.o. entrerà in gioco nel cuore della fumata, laddove gli aromi saranno più completi. Poi sarà la volta di un'altra experimental series, il Glenfiddich Project XX, che esprime una grande complessità dovuta alle venti botti che sono alla base dell'assemblaggio. Il "terzo terzo", il gran finale, verrà accompagnato con un Glenfiddich Rare 1979 concludendo in bellezza il nostro fumoso viaggio a cavallo tra malto e tabacco.

Altri articoli