Stephane Bernaudeau

Stephane Bernaudeau: salvatore di un vecchio vigneto di 93 anni.

Allievo di Mark Angeli con cui lavora ormai da una decina d'anni, Stephane Bernaudeau ha comperato Les Nourissons nel dicembre del 1999.
Questa parcella su un suolo scisto e filitoso, fu piantata nel 1910: ha quindi 93 anni...
80% Chenin e 20% Verdelot (antico vitigno di cui oggi non è permesso il reimpianto).
Stephane l'ha trovata in uno stato disastroso, con l'erba incolta, poichè era rimasta non coltivata per diversi anni.


Oggi il vigneto ha ritrovato il suo antico splendore, grazie alla coltivazione biodinamica, e Les Naurissons 2001 ha ottenuto punteggi strabilianti dalle riviste francesi più importanti che lo hanno posto ai vertici della produzione di vini bianchi francesi.
Elevato in doppia barriques per 13 mesi durante i quali ha fatto la fermentazione alcolica e malolattica.
Questo produttore è uno dei "coup de coeur" della Velier.

Altri articoli