Lustau

EMILIO LUSTAU

La Emilio Lustau è stata fondata a Jerez nel 1876. È oggi considerata dalla stampa specializzata e dai conoscitori la Bodega di Sherry che esprime il massimo livello qualitativo. Top Wine della guida “Vini del mondo” della Arcigola Slow Food, sempre sopra i 90/100 nei giudizi espressi da Robert Parker, la Emilio Lustau produce una gamma completa di Sherry eccezionali e, caso unico,propone una selezione di Sherry prodotti da Almacenistas e provenienti da singole batterie Solera. Ricordiamo che in questa regione gli Sherry sono prodotti mda piccoli vignaioli, in molti casi per hobby, chiamati Almacenistas, i quali invecchiano nelle proprie bodegas i vini che vengono poi venduti ai “négociants” che li miscelano producendo un prodotto uguale nel tempo.


VITIGNI

Palomino. Il vitigno classico dello Sherry. Il suo nome deriva da un cavaliere medievale della corte del Re Alfonso X: Fernan Yanez Palomino. Acini di media dimensione, saporiti, abbastanza dolci. Colore verde pallido ma, a piena maturazione, giallo ocra translucido. Vendemmia normalmente nelle prime tre settimane di Settembre.

Pedro Ximenez. Detto anche PX viene parzialmente passito al sole ed utilizzato in uvaggio con il Palomino per produrre Sherry più dolci e da dessert. Raramente vinificato in purezza.

Moscatel. Considerato uno dei più grandi vini da dessert del mondo, con le indimenticabili caratteristiche varietali del vitigno e dal color mogano.

Tintilla de Rota. Vitigno di uva nera autoctono del villaggio di Rota posto sulla costa vicino a Puerto Santa Maria,dove la Marina Militare americana ha creato la più grande base navale in Europa espiantando la quasi totalità dei vigneti. Vitigno pressochè estinto ed,ormai non più commercializzato se non in piccolissime quantità dalla LUSTAU.


METODO DI PRODUZIONE

Gli Sherry si suddividono in:
“Anadas”(provenienti da una sola annata);

“Solera”, il metodo che utilizza una batteria di più botti, appilate verticalmente, che contengono da decine/centinaia di anni lo sherry. Ogni anno viene prelevata dall’ultima botte una quantità di Sherry per l’imbottigliamento, che viene rimpiazzata dal contenuto della precedente e così via; nella prima botte viene aggiunto il vino della nuova annata. L’ultima botte da cui viene prelevato lo Sherry si chiama Solera; le altre
botti si chiamano “Criadoras”.


GLI STILI DELLO SHERRY

Fino.
Vino secco, delicato ma pungente. Subisce una vinificazione biologica detta “en flor”. La vinificazione “en flor” si verifica per la formazione di colonie di lieviti (Saccharomices beticus, cheresiensis, montuiensis e rouxii) sulla superficie del vino posto in botti non totalmente piene per facilitare la formazione del velo o flor. La “flor” impedisce al vino di ossidare ad esclusione delle stagioni più secche quando il velo si sommerge nel vino creando lente ossidazioni. I Fino di maggior qualità sono quelli che hanno mantenuto la “flor” per maggior tempo. La “flor” è caratteristica esclusiva dei Fino.

Manzanilla.
Un Fino che ha acquisito una particolare sapidità per il fatto di essere stato affinato nelle bodegas di San Lucar di Barrameda, sul mare, alla foce
del fiume Guadalquivir.

Fino Amontillado.
Un Fino che è stato affinato in legno e quindi più scuro, più potente, più pungente.

Palo Cortado.
Stile che si pone tra le caratteristiche di un Amontillado ed un Oloroso, vino ricco, ma morbido.

Oloroso.
Vino di grande ricchezza, naturalmente secco, ma spesso addolcito utilizzando del Pedro Ximinez.

Cream.
Sherry dolce dal colore ambrato creato con una miscela di Oloroso invecchati e con un aggiunta di Pedro Ximenez.

Pedro Ximenez.
Utilizzato in uvaggio con il Palomino per la creazione di Sherry meno secchi. In purezza dà risultati straordinari come vino da dessert.

Altri articoli