A. A. Stanko Radikon

L'azienda agricola Radikon è situata sulle alture di Oslavia (frazione del comune di Gorizia), lungo il variegato costone che dal ponte sull'Isonzo sale verso San Floriano, nel cuore del Collio. L'azienda si compone di circa 10 ettari di vigneti posti su declivi a fare pendenza, tanto faticosi da lavorare quanto generosi in qualità.
Dal 1980 l'azienda è condotta da Stanko Radikon, coadiuvato dalla moglie Suzana. Stanko è stato uno dei pionieri del vino naturale in Italia. Ha abbandonato già nel 1995 ogni prodotto chimico, e ha ridotto al minimo indispensabile i trattamenti, sia in vigneto che in cantina, utilizzando comunque solo quei prodotti naturali che non si sono rivelati dannosi per l'ambiente e l'uomo. Il vino viene prodotto con macerazioni che variano tra 3 e 4 mesi. Per intenderci, quindi, adotta per i vini bianchi il medesimo processo di vinificazione dei vini rossi, tecnica da sempre usata in questa regione.
Dal 2002 non aggiunge a nessun vino anidride solforosa. I pochi solfiti presenti sono quindi prodotti durante la fermentazione alcolica, con un processo totalmente naturale. I vini vengono quindi affinati in grandi botti di rovere (30/35 hl) per tre anni, e vengono poi lasciati un altro anno in bottiglia prima di essere immessi nel mercato.
In cantina non avviene alcun tipo di trattamento, nè fisico, nè naturale, nè tantomeno chimico. L'unica cosa che viene eseguita sono i travasi. I vini possono presentarsi lievemente velati, in quanto non subiscono alcun tipo di filtrazione e si presentano con un colore molto intenso, dovuto alla macerazione.
Ogni annata è diversa dall'altra, come in natura.

Altri articoli